L'ID.4 è in un vialetto di accesso

Plasmata dal vento: il design della ID.4

1.
Consumo di corrente in kWh/100 km: 16,9 - 16,2 (combinato); emissioni di CO2 in g/km: 0; categoria di efficienza: A. L’immagine mostra l’equipaggiamento speciale. Le immagini dell’equipaggiamento interno ed esterno possono variare all’interno della serie. Prototipo vicino alla produzione in serie con equipaggiamento speciale.

Plasmata dal vento: il design della ID.4

I designer traggono spesso ispirazione dalla natura. È stato così anche per la ID.4 e non sorprende, perché il primo SUV completamente elettrico di Volkswagen è rispettoso dell’ambiente. Klaus Zyciora, responsabile del design del gruppo Volkswagen, spiega come questo bel design si riveli anche incredibilmente pratico, entusiasmi le persone in tutto il mondo e sia persino conveniente.

«La famiglia ID. incarna l’inizio di una nuova mobilità, e questo si riflette anche nel design: sobrio, aerodinamico e purista» afferma Zyciora. Ciò è dovuto soprattutto alle linee fluide e aerodinamiche della famiglia ID., che con la ID.4 vengono trasferite per la prima volta nel segmento dei SUV. Linee morbide e armoniose si alternano a tagli netti e affilati. La ID.4 coniuga un look possente a forme fluide e organiche a caratteristiche decisamente aerodinamiche. Un design che sembra plasmato dal vento.

Immaginatevi una duna di sabbia nel deserto: linee dolci davanti e sui lati, e dietro un taglio netto. Queste linee si riconoscono facilmente anche nei profili sinuosi e nella coda rientrante della ID.4.
Klaus Zyciora

Perfetta in forma e funzionalità

Un buon design è sempre anche sinonimo di funzionalità: nelle auto elettriche la resistenza aerodinamica riveste un ruolo fondamentale per l’autonomia. La resistenza più forte da superare si ha a partire da circa 50 km/h. Ogni miglioramento aumenta l’efficienza energetica, e quindi anche l’autonomia. A tale scopo contribuiscono non solo gli esterni, ma anche gli interni. «Il flusso d’aria nell’abitacolo è uno dei fattori che determinano l’efficienza con cui l’energia di ricarica viene utilizzata», spiega Zyciora. La ID.4 raggiunge un coefficiente Cx eccellente pari a 0,28. In questo modo potete risparmiare denaro perché dovrete ricaricare con meno frequenza. 

Klaus Zyciora
Miriamo a offrire un pacchetto completo e armonioso, che si adatti ai clienti di tutte le regioni. Proprio come accade con gli smartphone più popolari.
Klaus Zyciora

Un design che entusiasmerà tutto il mondo

"La ID.4 viene prodotta e venduta in Europa e in Cina, e prossimamente anche negli Stati Uniti. Ma come si crea un’auto così globale, che faccia bella figura ovunque? «Siamo estremamente parsimoniosi con le decorazioni. Lasciamo che le superfici rimangano delle semplici superfici, riduciamo le aperture ovunque possibile», spiega Zyciora. Il risultato è un design moderno, destinato a durare nel tempo e in grado di entusiasmare molti. «Sono convinto che le persone impareranno presto ad apprezzare auto come la ID.3 e la ID.4: l’abitacolo ampio e arioso, la nuova sensazione di guida, e il silenzio del viaggio, durante il quale si possono persino sentire gli uccelli che cinguettano», confida Zyciora. Ancora una volta, la natura ha un ruolo fondamentale per la ID.4.

Iscrivetevi ora per essere sempre avanti 

Ricevete regolari aggiornamenti sui temi riguardanti la famiglia ID. e l’elettromobilità del futuro.

Anche questi potrebbero interessarvi:

Viaggio inaugurale con la ID.4

La Klausenrennen a bordo della ID.4 GTX, l’auto elettrica dal DNA sportivo

Fino all’ultimo watt: record di autonomia con la ID.3

Il futuro in forma smagliante: check del design nella ID. Crozz

«La e-Golf è un’auto per la vita»

Otto highlight della nuova Golf

Anche questi potrebbero interessarvi: