«Interventi di assistenza più convenienti»

«Interventi di assistenza più convenienti»

Con il numero crescente di auto elettriche, i partner Volkswagen si trovano a dover affrontare nuove sfide. In questa intervista Andreas Laireiter, specialista di mobilità elettrica presso AMAG Import SA, sottolinea che l’organizzazione Volkswagen è pronta per la mobilità elettrica.

Intervista Reto Neyerlin  Foto Timo Orubolo

Il futuro della mobilità è elettrico. Ciò comporta nuove sfide in termini di servizio e manutenzione. Quali sono i cambiamenti più grandi?

La mobilità elettrica ha un grande impatto sulla cosiddetta attività di post-vendita poiché, rispetto alle auto con motore a combustione, i veicoli elettrici possiedono meno componenti: all’incirca 3000 invece che 4000. Di conseguenza, i veicoli elettrici necessitano di meno assistenza e per di più viene completamente meno la sostituzione di alcuni liquidi, come l’olio motore e del cambio. Per i clienti questo si traduce in un risparmio sui costi dal 20 al 30 per cento.

I lavori da effettuare sulle auto elettriche sono pericolosi? 

No. I componenti elettrici di queste auto vengono installati con una protezione a «sicurezza intrinseca». Ciò significa che, in caso di guasto nel sistema, il flusso di corrente della batteria ad alto voltaggio viene immediatamente interrotto. Inoltre, per motivi di sicurezza, le operazioni sulle auto elettriche possono essere eseguite esclusivamente da persone con una formazione apposita.

Quali provvedimenti devono essere adottati per effettuare delle riparazioni sulle batterie ad alto voltaggio?

Per prima cosa, bisogna mettere fuori tensione il sistema ad alta tensione. La batteria può essere riparata esclusivamente da un esperto dell’alta tensione (PEQS) qualificato e dotato dei necessari dispositivi di protezione.

Tutti i partner Volkswagen possono effettuare lavori sulle auto elettriche? 

Sì, negli ultimi mesi tutti i nostri 174 partner Volkswagen in Svizzera hanno seguito un intenso programma di formazione sui nuovi modelli elettrici. Tuttavia, solo alcuni punti d’appoggio specializzati sono autorizzati a svolgere le riparazioni delle batterie ad alto voltaggio. Attualmente ne esiste uno per ogni regione linguistica, con i concessionari AMAG a Dübendorf, Losanna/Crissier e Lugano/Breganzona. 

Detective di auto: Andreas Laireiter è a capo del reparto «Product Support Vehicle» nel quale lavorano dieci collaboratori. Le loro mansioni all’interno di AMAG Import SA includono il supporto tecnico negli ambiti mobilità elettrica, sistema elettrico dell’auto, infotainment, riscaldamento e climatizzazione nonché carrozzeria e verniciatura.

In futuro devo aspettarmi di dover sostituire la batteria della mia auto elettrica? 

È importante sapere che Volkswagen offre una garanzia di otto anni o 160 000 chilometri sulla batteria dei veicoli elettrici. La maggior parte delle batterie sopravvive alla vita di un’auto per diversi anni. Se tuttavia dovesse verificarsi un guasto, è possibile eseguire una diagnosi dei componenti interessati e sostituirli singolarmente. Non è necessario cambiare l’intero pacco batteria.

Cosa succede alla batteria al termine della vita utile dell’auto?  

Le opzioni a disposizione sono due: si può effettuare un «remanufacturing» presso gli stabilimenti produttivi, che consiste nella sostituzione di singoli componenti delle batterie usate per prepararle al riutilizzo sui veicoli elettrici, oppure si può destinare la batteria a progetti second life con il cosiddetto «re-use». Dopo essere stata impiegata in un’auto elettrica, le prestazioni sono più che sufficienti per altre applicazioni, ad esempio come accumulatore domestico per un impianto fotovoltaico. Prima o poi però la vita di ogni batteria giunge al termine: in questo caso, verrà riciclata e una buona parte del materiale riutilizzabile farà ritorno nel ciclo.

Anche questi potrebbero interessarvi:

Una seconda vita per le batterie usate

Confronto dei costi tra diverse tipologie di propulsione: con la famiglia ID. viaggiare è più conveniente

Plasmata dal vento: il design della ID.4

Il vecchio diventa nuovo – il riciclaggio delle batterie di Volkswagen 

Le ibride di Volkswagen: la potenza di due cuori

La Klausenrennen a bordo della ID.4 GTX, l’auto elettrica dal DNA sportivo

Anche questi potrebbero interessarvi: