Confronto dei costi tra diverse tipologie di propulsione: con la famiglia ID. viaggiare è più conveniente

Confronto dei costi tra diverse tipologie di propulsione: con la famiglia ID. viaggiare è più conveniente

Quando si tratta di costi di esercizio, nessun’altra tipologia di propulsione riesce a tenere il passo delle auto elettriche, grazie alle spese più contenute in termini di carburante e manutenzione. Per tutta la durata di vita dell’automobile, le vetture elettriche rappresentano dunque la variante chiaramente più conveniente, come mostra anche il confronto tra ID.3, ID.4, Golf e Tiguan nella ricerca auto del Touring Club Svizzero.

Testo: Reto Neyerlin  Fotos: Volkswagen AG

È un pregiudizio che si mantiene radicato: le auto elettriche sono più costose, può permettersele soltanto chi guadagna molto. La realtà è però di gran lunga diversa e a tal riguardo ha fornito un importante contributo anche Volkswagen. Con lo sviluppo del sistema modulare di elettrificazione a elementi componibili (SME) e il lancio sul mercato della famiglia ID., l’elettromobilità è diventata accessibile a tutti. 

Anche nel caso di entrambi i primi modelli ID., la ID.3 e la ID.4, i costi di acquisto rispetto a una vettura con motore a combustione parimenti equipaggiata sono solo leggermente superiori. Ciò si deve alla batteria agli ioni di litio, che costituisce l’elemento più costoso di un’auto elettrica. A livello di costi di esercizio, i veicoli elettrici offrono invece soltanto vantaggi: in genere la corrente è notevolmente più conveniente rispetto al diesel o alla benzina. Dal momento che un’auto elettrica ha solo 3000 componenti circa, anziché 4000, la manutenzione è meno dispendiosa. I lubrificanti, come l’olio motore e del cambio, non sono più necessari. I freni vengono gravati pochissimo, grazie al recupero dell’energia, e devono quindi essere sostituiti raramente. Molti Cantoni e assicurazioni concedono inoltre agevolazioni ai conducenti di auto elettriche.

Confronto tra auto elettriche e modelli con motore a combustione

Il risultato: più chilometri si percorrono, più conveniente è l’auto elettrica. Lo dimostrano anche esempi concreti nella ricerca auto del TCS: sul sito web del Touring Club Svizzero, tutti i veicoli nuovi possono essere confrontati con facilità. La base è costituita dai costi complessivi nel corso di dieci anni, con un chilometraggio annuale di 15 000 km, incluso l’ammortamento del prezzo di acquisto e i costi per manutenzione e carburante.

Nella ricerca prendiamo ad esempio la ID.3 Pro Performance Life (CHF 39450.–) e la confrontiamo con la Golf 1.5 eTSI 150 DSG Style (CHF 38’800.–). Come Cantone per le imposte indichiamo Zurigo. Risultato: il prezzo di acquisto più elevato della ID.3 viene ammortizzato già dopo 8557 chilometri, con costi per chilometro pari a 0,63 CHF/km rispetto agli 0,71 CHF/km della Golf.

Per quanto riguarda i SUV, i risultati sono analoghi. In questo caso vengono confrontate la ID.4 Pro Performance 1ST (CHF 53 100.–) e la Tiguan 2.0 TDI 200 Elegance (CHF 52 000.–). A partire da un periodo di esercizio di sette mesi o 8789 chilometri, la vettura elettrica presenta i costi totali più convenienti e il distacco dalla Tiguan con motore diesel diventa irrecuperabile.  

La differenza di prezzo è determinante

In generale si può dire che «minore è la differenza di prezzo, prima si percepirà il vantaggio di aver acquistato un veicolo elettrico anche a livello economico», come spiega Heinz Ehrat, Responsabile di progetto Consulenza alla mobilità del TCS. Oppure, in altre parole: se un’auto elettrica e una con motore a combustione della stessa categoria hanno lo stesso prezzo, la vettura elettrica conviene fin dal primo chilometro. 

La ricerca auto del TCS esiste in questa forma dal 2018. «In questi tre anni la varietà di modelli di auto elettriche è aumentata considerevolmente ed è quindi garantita una migliore comparabilità», afferma Heinz Ehrat. A essere diminuito è invece il prezzo di acquisto, nonostante le autonomie in costante crescita. Se questa tendenza dovesse proseguire, anche i vantaggi in termini di prezzo delle auto con motori a combustione potrebbero diventare presto solo un retaggio del passato. 

Heinz Ehrat, Responsabile di progetto Consulenza alla mobilità del TCS
Minore è la differenza di prezzo, prima si percepirà il vantaggio di aver acquistato un veicolo elettrico anche a livello economico
Heinz Ehrat, TCS

Assicurazione fabbricati con autovetture elettriche Volkswagen

Particolarmente interessanti sono i costi di esercizio inferiori delle auto elettriche per le flotte aziendali. Quando infatti un singolo veicolo è più conveniente sul lungo termine, questo effetto si moltiplica con tutti gli altri. 

La flotta di autovetture completamente elettriche attualmente più grande della Svizzera è gestita dall’assicurazione fabbricati Gebäudeversicherung Bern (GVB). Da aprile 2018, i membri della direzione e i collaboratori del servizio esterno viaggiano nel complesso con 89 e-Golf, che nella primavera di quest’anno verranno sostituite con la nuova ID.3. 

L’effetto ottenuto fino a oggi è notevole: negli 1,8 milioni di chilometri percorsi all’anno, le e-Golf hanno permesso di risparmiare 126 000 litri di benzina. Anziché CHF 195 000.– per la benzina, sono stati spesi CHF 106 000.– in elettricità, dati che corrispondono a un risparmio annuale di CHF 89 000.–. Patrick Lerf, Responsabile Finanze della GVB, osserva: «L’attuale servizio full leasing, inclusa la manutenzione, non risulta per noi più costoso rispetto al precedente regolamento spese, in cui i collaboratori deducevano le spese della propria auto.» 

Lerf sottolinea però che la GVB non ha acquistato la flotta elettrica con l’obiettivo principale di ridurre i costi. Lo scopo era piuttosto quello di diminuire le emissioni aziendali interne di CO2. E anche questo traguardo è stato raggiunto: se nel 2017 i viaggi di lavoro erano ancora responsabili del 39% delle emissioni di CO2, questo dato è sceso nel frattempo al 12%. 

L’attuale servizio full leasing, inclusa la manutenzione, non risulta per noi più costoso rispetto al precedente regolamento spese, in cui i collaboratori deducevano le spese della propria auto.
Patrick Lerf, GVB
Patrick Lerf, Responsabile Finanze della GVB

Confronto tra veicoli

<b>Confronto tra veicoli</b><br>

ID.3 Pro Performance Life

Golf 1.5 eTSI 150 DSG Style 

ID.4 Pro Performance 1ST

Tiguan 2.0 TDI 200 Elegance

Prezzo di acquisto

CHF 39 450.–

CHF 38 800.–

CHF 53 100.–

CHF 52 000.–

Carburante

Corrente

Benzina

Corrente

Diesel

Tipo di cambio

Automatico a 1 marcia

DSG a 7 marce

Automatico a 1 marcia

DSG a 7 marce

Potenza

150 kW / 204 CV

110 kW / 150 CV

150 kW / 204 CV

147 kW / 200 CV

Consumo combinato (WLTP)

19,4 kWh / 100 km

6,0 l / 100 km

21,6 kWh / 100 km

6,6 l / 100 km

Batteria / Volume del serbatoio

58 kWh

50 l

82 kWh

60 l

Emissioni di CO2  (WLTP)

0 g/km

137 g/km

0 g/km

174 g/km

Categoria di efficienza

A

A

A

C

Prezzo di acquisto

Carburante

Tipo di cambio

Potenza

Consumo combinato (WLTP)

Batteria / Volume del serbatoio

Emissioni di CO2  (WLTP)

Categoria di efficienza