Parapendio che vola verso la valle.

Con la Golf Alltrack nell’eden del parapendio emozioni ad alta quota

Con la Golf Alltrack nell’eden del parapendio emozioni ad alta quota

L’Oberland bernese è una delle zone migliori al mondo in cui praticare il parapendio. È quindi una meta perfetta per conoscere da vicino questo sport affascinante. Pensiero condiviso anche da Karin Schuler, che si è recata al suo primo volo in tandem a bordo della Golf Alltrack.

Testo Reto Neyerlin / Foto Dominique Zahnd, Reto Neyerlin / Video Dominique Zahnd

La trepidazione dell’attesa si fa già sentire di prima mattina, al risveglio, accompagnata da una buona dose di nervosismo. Perché oggi Karin Schuler si librerà in aria: in programma c’è il suo primo volo in parapendio. «Per fortuna insieme a un pilota esperto che, al contrario di me, sa cosa ci aspetta», è quello che le passa per la testa.

Per il suo debutto, la professionista di PR ha scelto proprio la mecca svizzera del parapendio: l’Oberland bernese, più precisamente Frutigen. «Per gli amanti del parapendio il nostro territorio è l’equivalente delle Hawaii per i surfisti», ci racconta più tardi Hanspeter Schmid, proprietario della scuola di volo «Cloud-7». Aggiunge poi che uno degli attuali record sulla distanza di volo è stato raggiunto proprio qui, partendo dal Niesen. 

--:--

La Golf Alltrack: un’autentica tuttofare

Ormai manca poco: a Zurigo, Karin sale a bordo della nuova Golf Alltrack. Grazie alla trazione integrale 4MOTION, alla maggiore altezza libera dal suolo e agli elementi off-road, è perfetta per guidare in montagna. Durante il tragitto di quasi due ore su autostrada e strade extraurbane la tuttofare mostra l’incredibile livello di comfort che ha raggiunto la Golf.

Il punto di ritrovo è un vecchio hangar edificato durante la Seconda guerra mondiale, al margine dell’aeroporto del Ridotto nazionale a Frutigen. L’esercito si è ritirato ormai da tempo e dal 2002 viene usato come base per la scuola di volo. Dal soffitto penzolano alcune imbracature per parapendio, mentre le pareti dietro al bar sono tappezzate di foto e poster che raffigurano i voli. Di fronte all’hangar è parcheggiato un Volkswagen LT con il quale gli allievi vengono trasportati ai punti di lancio.

Conversazione davanti all'hangar e alla Golf Alltrack.
Marito e moglie mettono gli zaini nel bagagliaio della Golf Alltrack.

Le condizioni meteo sono perfette, con qualche nuvola solitaria che annuncia correnti ascensionali d’aria calda a ornare l’altrimenti cielo azzurro. O, come afferma Hanspeter Schmid, che tutti chiamano semplicemente «Schmatz»: «Oggi è una giornata semplicemente atomica, una di quelle in cui un pilota davvero bravo potrebbe volare per 250 chilometri». Sistemiamo gli zaini enormi ma incredibilmente leggeri nell’altrettanto grande bagagliaio della Golf Alltrack. Accanto a Karin prende posto l’istruttore e pilota biposto Franz Schmid, che volerà insieme a lei. Un parapendista da manuale: barba rigogliosa, tratti del viso segnati dal vento e occhiali da sole di tendenza. Ha già fatto esperienze di volo in Ecuador e sulla Costa Brava spagnola, ma niente è meglio delle montagne di casa propria.  

A proprio agio sulle strade di montagna

Ma prima del volo c’è il viaggio in auto: ci attendono infatti 900 metri di dislivello per raggiungere la piccola località di Mäggisseren, a circa 1700 metri di quota. La trazione integrale, in abbinamento al cambio DSG a 7 marce, sprigiona senza dispersioni i 400 newton metri del motore TDI da 200 CV sulla strada di montagna a tratti sterrata. Inoltre, grazie agli ammortizzatori adattivi e allo sterzo progressivo opzionale, la Golf Alltrack affronta con agilità anche i tornanti più stretti. Appena prima del punto di lancio termina la strada. Nessun problema per la nostra station wagon crossover con assetto rialzato: impostiamo la modalità offroad e percorriamo gli ultimi metri sul prato fresco di tosatura. 

Il panorama è da togliere il fiato. Alle nostre spalle si erge la catena del Niesen, mentre davanti a noi si apre la valle Frutigtal. Come sarà la vista dall’alto? Mentre ci godiamo il panorama, Franz ha già iniziato con i preparativi. Con l’esperienza di chi ha compiuto migliaia di voli, il pilota spiega la vela e mostra alla sua passeggera come indossare l’imbracatura. Seguono poi le istruzioni per la partenza. «Quando saremo in volo, goditi il momento», conclude.

L’emozione di librarsi in aria

3, 2, 1 e via: bastano un paio di passi e la vela riceve abbastanza corrente ascendente per sollevare entrambi. Echeggia il grido di gioia di Karin e la nervosità lascia subito spazio all’euforia. Ben presto salgono di quota, scompaiono dietro a una cresta per ricomparire poco dopo nuovamente sopra al punto di lancio e dirigersi verso Frutigen.

Parapendio in aria.


Per quasi 30 minuti volano sopra l’Oberland bernese, prima di atterrare con precisione accanto all’hangar. Verso la fine Karin prova una leggera nausea, che Franz spiega «essere normale la prima volta», ma sul suo viso è stampato un sorriso raggiante. Quindi, com’è stato? «Semplicemente sensazionale», le parole le escono da sole. «Ci si sente leggerissimi, sospesi nell’aria, e poi questa vista!» Non ha alcun dubbio: è un’esperienza che ripeterà presto. 

La Golf Alltrack in cifre

Dimensioni (L x l x A): 4,63 x 1,79 x 1,46 m
Volume del bagagliaio: da 611 a 1642 litri
Motorizzazione: 2.0 TDI (200 CV); disponibile anche: 2.0 TSI (190 CV)
Cambio: DSG a 7 marce
Trazione: trazione integrale 4MOTION
Consumo: 6,4 l di diesel/100 km
Emissioni di CO2 : 168 g/km       
Prezzo: a partire da CHF 45 050
Lancio sul mercato: già avvenuto

Etichetta Energia C 2021
Golf Alltrack in piedi nel campo e le montagne sullo sfondo

Anche questi potrebbero interessarvi:

La parata dei Maggiolini 

Sulla strada del successo con l’Arteon Shooting Brake 

Il Büetzer si dà da fare nella fabbrica Volkswagen

Tutto chiaro –grazie alla «Service Cam» di Volkswagen

La regina dei ghiacci e la T-Roc R 

Oliver Malicdem e la T‑Roc R: una passione in immagini.

Anche questi potrebbero interessarvi: