Bearcubs con la ID. (prototipo vicino alla produzione in serie).
Bearcubs con la ID. (prototipo vicino alla produzione in serie).
Bearcubs con la ID. (prototipo vicino alla produzione in serie).
Bearcubs con la ID. (prototipo vicino alla produzione in serie).

Visions of now:
Bearcubs

Visions of now:
Bearcubs

Suoni naturali e ritmi digitali.

Jack aka. Bearcubs si è appena trasferito da Londra a Berlino. Da una metropoli a un’altra. «Mi serviva un cambio di scena. Nuove ispirazioni, nuove persone, nuove esperienze», afferma. Jack era già stato a Berlino in passato e ogni volta è stato rapito dall’atmosfera e dall’energia della città. Adesso sono due mesi che abita qui è già suona nei club più rinomati della capitale. 

Il suo stile unico si ispira spesso all’atmosfera di buone serate, che di notte traspone in forma musicale. Per il processo creativo Jack assorbe la vita quotidiana, da sempre. Trattiene impressioni e nuovi incontri, li annota per strada sul suo smartphone. A volte nascono testi completi, a volte il concetto o la struttura di una nuova canzone. «Una volta raccolte queste piccole idee vado in studio e ne ricavo qualcosa – le riporto in vita», spiega.

Pur usando dispositivi digitali per creare musica, per Jack è importante che suoni umana: «Cantare sulle mie tracce aggiunge un elemento di naturalezza.» I suoni che preferisce sono quelli elettronici, elaborati in modo da sembrare quasi generati organicamente. E viceversa: per esempio con ritmi basati su gocce di pioggia. Ispirandosi al confine tra suoni analogici e digitali, Jack ha fatto qualche esperimento. «Ho sviluppato un’arpa laser che si collega al computer e sintetizzatori attivati da raggi di luce interrotti», racconta. Jack mostra il suo equipaggiamento e il campionatore. «Puoi archiviare qualunque brano o suono – siano essi generati in precedenza, registrati o scaricati da qualche parte», spiega.

Un orchestra premendo un pulsante.

«Con la mia strumentazione digitale ho da solo quasi le stesse possibilità di un’intera orchestra!». Per avere successo come Bearcubs non avrebbe dovuto studiare per anni diversi strumenti, quali batteria, pianoforte e chitarra. E grazie a software sempre più smart non serve per forza un costoso studio per produrre musica professionale – il processo creativo diventa democratico. Questa semplicità e la possibilità di trasformare le idee in modo sempre più semplice e diretto affascina Jack. Ma lui preferirebbe accorciare ulteriormente il processo di sviluppo completamente manuale di una canzone, dall’idea iniziale al pezzo finito.

Sperimentare con i suoni.

«Sarebbe forte poter collegare la mia mente a un computer per trasformare direttamente le mie idee in musica», afferma. I suoi sogni per il futuro non finiscono qui: spera che la digitalizzazione intelligente offra nuove possibilità non solo per la creazione di musica. Jack desidera potersi muovere silenzioso nel suo ambiente e concentrarsi completamente sulla conversione di suoni e impressioni assorbite in musica, invece di dedicare tutta la sua attenzione alla guida.

Bearcubs mixa una canzone con i pulsanti del campionatore.
Bearcubs visto dal finestrino della ID. (prototipo vicino alla produzione in serie).
Ritratto di Bearcubs.
Ho sviluppato un’arpa laser che si collega al computer e sintetizzatori attivati da raggi di luce interrotti.
Bearcubs

BEARCUBS

Jack Ritchie, 26 anni, viene da Londra ed è un cantautore dal nome Bearcubs. Nel 2017 ha pubblicato il singolo «Underwaterfall», guadagnando un grande consenso e l’attenzione internazionale. A inizio 2018 è uscito l’album «Ultraviolet», dallo stile sorprendentemente originale basato su parti cantate a più livelli e diversi sintetizzatori.

@bearcubsmusic

Ritratto di Bearcubs.
Parte anteriore della ID.3 1ST
Parte anteriore della ID.3 1ST
Parte anteriore della ID.3 1ST

Prenota un modello dell’esclusiva edizione speciale dell’ID.3 1ST

Non farti sfuggire un’edizione speciale a tiratura limitata con elementi di design esclusivi e attrezzature di punta
Cogli l’opportunità di essere tra i primi a guidare e scoprire la nuova ID.3 1ST
Ricevi in anteprima notizie e aggiornamenti sulla mobilità elettrica e sulla nuova ID.3 1ST

Your browser is outdated!

For the best user experience, please update your browser.