Ricarica e autonomia

Come la ricarico?

L’elettromobilità cambierà per sempre il modo di fare rifornimento. Con l’auto elettrica non devi più andare alla stazione di servizio, perché è possibile ricaricare la sua batteria ovunque: a casa con una Wallbox, presso le stazioni di ricarica pubbliche o le stazioni di ricarica rapida. Non appena avrai provato, ti accorgerai che è semplice quasi come ricaricare lo smartphone.

Una signora ricarica il suo veicolo elettrico

Cosa devi sapere sull’hardware dell’auto elettrica.

Per le abitazioni c’è una presa a prestazioni elevate che si monta al muro: la Wallbox. Disponibile in optional, offre la potenza di ricarica massima possibile, attualmente fino a 11 kW. Caricando l’auto elettrica a una Wallbox opzionale, basta inserire la spina del cavo di ricarica nella presa di ricarica dell’auto per iniziare la ricarica.

Inserire la spina, assorbire energia.

Altrettanto comodi sono i processi di ricarica nelle stazioni disponibili eventualmente presso il tuo datore di lavoro. Di norma qui trovi anche un cavo di ricarica installato. Se nelle stazioni di ricarica pubbliche non è presente il cavo, puoi utilizzare il cavo fornito, che consigliamo di portare sempre con te nel bagagliaio dell’auto.

Un veicolo elettrico viene ricaricato in casa da una Wallbox

Distinguiamo tra due tipi di ricarica.

Ricarica CA

In linea di massima esistono due tipi di ricarica: con la ricarica in CA, il raddrizzatore nell’auto converte la corrente della rete di corrente alternata pubblica nella corrente continua necessaria.

Ricarica CC

Con la ricarica in CC, la corrente alternata viene convertita in corrente continua all’esterno del veicolo ad es. nella stazione di ricarica. In questo caso il vantaggio è rappresentato dal fatto che durante la ricarica – ad es. in autostrada – si può raggiungere una potenza maggiore, riducendo di conseguenza i tempi di ricarica.

Distinguiamo tra due tipi di spina.  

Basta collegare la spina, ricaricare, sbloccare e staccare la spina. Ricaricare le auto elettriche è facilissimo. Negli ultimi due anni, due tipi di spine di ricarica sono diventati lo standard in Europa:

Spina Mennekes

La «spina Mennekes» (tipo 2) è pensata per la ricarica lenta e soddisfa lo standard europeo per la ricarica in CA. La maggior parte delle stazioni di ricarica pubbliche sono dotate di almeno una presa di tipo 2.

  1. Ricarica CA nel SME con 7-11 kW.
  2. Se a casa hai una Wallbox, puoi ricaricare ogni notte la vettura con 11 kW. Anche presso il posto di lavoro dovrebbe essere possibile soddisfare il fabbisogno settimanale di energia per recarti ogni giorno al lavoro.
Spina Mennekes

Spina combo 2


Lo standard per la ricarica rapida in Europa è la ricarica CCS (combined charging system). La spina di ricarica corrispondente è dotata di contatti aggiuntivi per la ricarica rapida in CC. Con la cosiddetta «spina combo 2» puoi ricaricare in tutte le stazioni di ricarica pubbliche con una potenza in CC di 22 kW o superiore.

Combo 2 connector

Dalla Wallbox privata alla stazione di ricarica rapida: tempi di ricarica della batteria.

Secondo un semplice principio: maggiore è la potenza di ricarica, minore è il tempo di ricarica. Tuttavia, tale durata può variare notevolmente a seconda dello stato di carica della batteria. Anche le condizioni ambientali, quali temperatura, irraggiamento solare o la temperatura della batteria influenzano il processo di ricarica. Collegando la tua ID.3 a una Wallbox privata, con gli 11 kW all’ora durante la notte puoi immagazzinare l’energia sufficiente a soddisfare il tuo fabbisogno giornaliero.

Le più veloci sono le stazioni di ricarica HPC (High Power-Charging) con una capacità di carica a partire da 100 kW. In generale è meglio non ricaricare completamente l’auto ogni giorno, il che consente di salvaguardare la batteria.

Iscriviti ora per essere sempre avanti 

Ricevi regolari aggiornamenti sui temi riguardanti l'ID.3, la famiglia ID. e l’elettromobilità del futuro.

Your browser is outdated!

For the best user experience, please update your browser.